Il contributo contrattuale

I Contratti Collettivi di lavoro Edili-industria e Edili-artigianato hanno introdotto, a partire da gennaio 2015, un accantonamento previdenziale presso il Fondo Prevedi a favore di tutti i lavoratori edili soggetti agli stessi Contratti. Tale accantonamento viene effettuato tramite un contributo mensile a carico del solo datore di lavoro, denominato “contributo contrattuale”. Il contributo contrattuale ha un importo variabile tra gli 8 e 16 euro mensili, a seconda della categoria e del livello di inquadramento del lavoratore.

Il contributo contrattuale maturando non può essere versato ad una forma pensionistica complementare diversa da Prevedi, perché solo Prevedi è il Fondo Pensione dei CCNL Edili-industria e Edili-artigianato e solo in Prevedi sono rappresentati tutti i lavoratori soggetti a tali Contratti e tutte le imprese che applicano questi Contratti.

Per i lavoratori già iscritti a Prevedi al 31 dicembre 2014, il contributo contrattuale si somma alle altre fonti contributive tradizionali (contributo azienda dell’1% della retribuzione, contributo lavoratore dell’1% della retribuzione, e/o TFR maturando).